Politica di rimborso

Nel presente articolo viene descritta la procedura di rimborso di fondi su Paybis a seconda del tipo di operazioni di scambio eseguite.

Paybis.com garantisce il diritto di rimborso dei fondi a qualsiasi Utente nel caso in cui non hai ricevuto la criptovaluta per indirizzo richiesto.

NOTA:

  • Questa procedura di rimborso dei fondi viene applicata esclusivamente alle commissioni e ai fondi dell’Utente.
  • Paybis.com si impegna a fare ogni sforzo al fine di assistere gli Utenti in caso di controversie legate alla restituzione delle criptovalute acquistate.
  • Rimborsi e Resi di fondi oltre l'importo originale sono proibiti.

1. Disposizioni generali

Un Utente che abbia pagato i Servizi di Paybis.com, che abbia cioè pagato la commissione o che abbia ricaricato il proprio conto, può richiedere il Rimborso o il Restituzione dei fondi in base ai Criteri di legittimità nell'ordine descritto di seguito.

Un Rimborso/Restituzione di fondi verrà preso in esame solamente nel caso in cui l’Utente soddisfi appieno i Criteri di legittimità. Se l’Utente non soddisfa uno dei Criteri di legittimità, Paybis.com ha il diritto a propria esclusiva discrezione di rifiutare la richiesta dell'Utente di Rimborso/Restituzione.

Per richiedere un Rimborso/Restituzione, l'Utente deve richiedere e compilare il modulo di Rimborso/Restituzione e inviarlo all'indirizzo del servizio di supporto di Paybis.com: [email protected]

Al fine di prevenire un Comportamento proibito, tutti i pagamenti e le informazioni riguardanti il Rimborso/Restituzione possono essere verificate da Paybis.com. In questo caso, Paybis.com può richiedere all'Utente di fornire determinati documenti, tra i quali documenti di identità, una copia della Carta di pagamento dell’Utente e una Fattura e/o qualsiasi altra prova del fatto che il pagamento contestato è stato effettuato. Nel caso di mancata presentazione da parte dell’Utenti dei documenti o delle informazioni richieste entro 3 (tre) giorni dalla data della richiesta da parte di Paybis.com, o in caso di qualsiasi dubbio circa l'autenticità dei documenti presentati, Paybis.com ha il diritto di respingere la richiesta di Rimborso/Restituzione dei fondi da parte dell'Utente.

Paybis.com si impegna a elaborare quanto prima il Modulo di Rimborso/Restituzione dell’Utente. Il tempo di risposta dipenderà dai motivi dichiarati della richiesta. In ogni caso, Paybis.com si impegna a comunicare all'Utente i risultati dell’esecuzione della richiesta in conformità ai termini indicati di seguito.

La richiesta di Rimborso/Restituzione dei fondi verrà soddisfatta o respinta solamente a seguito di un’approfondita verifica da parte di Paybis.com.
NOTA. La presentazione del Modulo di Rimborso/Restituzione non garantisce il fatto che la richiesta dell’Utente verrà soddisfatta.

2. Transazioni con la partecipazione di Criptovaluta (ad esempio, Bitcoin)

Il rimborso dei fondi è impossibile per qualsiasi transazione nella quale il cliente acquista Criptovaluta. Tuttavia, se l’Utente cambia idea e decide di restituire la Criptovaluta acquistata, Paybis potrà riacquistarla all’attuale tasso di mercato al netto della commissione sulla transazione. In altre parole, l’Utente può scambiare la Criptovaluta acquistata (ad esempio, Bitcoin) con qualsiasi valuta digitale esistente (ad esempio, PayPal) oppure con un metodo di pagamento (ad esempio, pagamento con carta di credito o bonifico bancario).

Il motivo tale procedura sta nel fatto che il prezzo della Criptovaluta cambia costantemente, per cui il costo della Criptovaluta acquistata al momento del rimborso sarà diverso.

3. Transazioni che NON riguardano criptovalute (es. Skrill) 

I rimborsi sono possibili solo nell’arco di 30 giorni dal momento dello scambio. Qualsiasi costo di servizio aggiuntivo sostenuto da Paybis andrà a carico del cliente.  

Per esempio i sistemi di pagamento quali Skrill o Neteller fanno pagare a Paybis una commissione per ogni transazione in entrata e in uscita. Dunque, quando viene emesso un rimborso per una transazione su Skrill, Paybis invierà al cliente un importo pari a quello originale della transazione a cui viene sottratta la commissione pagata per quella transazione. 

4. REVOCA DEL PAGAMENTO

Paybis.com conta sul fatto che l'Utente lo contatterà impiegando i dati di contatto di Paybis.com, al fine di risolvere qualsiasi problema o questione legata ai suoi pagamenti fino alla richiesta da parte dell’Utente di revoca del pagamento. La presente sezione non pregiudica i diritti e/o le esigenze che l'Utente può avere nei confronti della banca/istituto finanziario.


Paybis.com indagherà su qualsiasi richiesta di revoca del pagamento effettuata dall'Utente e, in risposta, comunicherà alla Banca emittente dell'Utente se determinati Servizi o Transazioni sono stati annullati.
 

Paybis.com si riserva il diritto di «congelare» i conti dell’Utente e di bloccarne i fondi durante la procedura di indagine di revoca di pagamento.

5. DISPOSIZIONI VARIE

Qualsiasi commissione maturata durante l’elaborazione del Rimborso/Restituzione di fondi è a carico esclusivo dell’Utente. Tali commissioni verranno detratte dall'importo finale del Rimborso/Restituzione.


La presente procedura di rimborso potrà periodicamente subire variazioni in caso di modifiche alla legislazione. I termini della procedura di rimborso possono essere modificati dal servizio Paybis.com e, in caso di eventuali modifiche, Paybis.com provvederà a darne il corrispondente annuncio.


Nel caso in cui l'Utente non desideri accettare i termini della procedura di rimborso di fondi modificata, egli non deve continuare ad usufruire dei Servizi di Paybis.com. Se l'Utente continua ad usufruire dei Servizi dopo in cui le modifiche sono entrate in vigore, il suo utilizzo dei Servizi viene regolamentato dalla nuova Procedura di rimborso di fondi.


PayBis Logo